News

14/12/2012

a Natale aggiungi un posto

Si aggiunge un'altra barca alla flota triestina - raggiunti quasi 30.000 euro alla raccolta AISM


I "banditi" hanno colpito ancora, sono andati nelle acque lacustri svizzere e hanno rapito un altro UFO 28.

la sede del nuovo arrivato sarà Monfalcone, e si vocifera che anche spinello, stanco dei pusher bresciani, possa arrivare anche lui nelle acque giuliane. Complimenti alla truppa dei "BANDUFI" che in due anni riescono ad ampliare la flotta e far divertire i loro soci con le nostre splendide barche.

In casa AISM nel frattempo sono arrivati i resoconti: oltre 1000 gli euro consegnati dagli armatori, depurati dai costi, e nelle due settimane in cui era attivo il numero di sms 45505 per versare i due euro,  mi sembra siano stati raggiunti quasi 30.000 euri interamente versati all'AISM. Complimenti a tutti e grazie a Carlotta e all'associazione per la collaborazione.

Buon Natale a tutti con l'augurio di un 2013 scevro dalla maledizione Maja e pieno di vento e di divertimento.

24/11/2012

Cena di fine anno e premiazioni UFISSIMO e ASTRAUFFA

Una serata splendida ospiti del circolo SVBG di Trieste


Eravamo in tanti, ospiti del SVBG di Trieste a festeggiare la fine di una stagione spumeggiante per quanto riguarda gli UFO, classico l'antipasto autunnale con funghi, polenta, soppressa e formaggio, gnocchetti fatti in casa con gulash come primo e stinco di maiale. crèpes e dell'ottimo vino del collio. Caffè e innumerevoli bicchierini di pilinkovac, grappe varie e amari di ogni tipo che il personale del bar del circolo distribuiva facendo roteare i tondi vassoi come degli ufo, appunto. Alla fine la premiazione dei due trofei in palio UFISSIMO E ASTRAUFFA con la cessione del challenge da  parte del detentore e vincitore delle ultime edizioni ALIEN al nuovo vincitore Cattivik, sarà di nuovo combattuto nel 2013.

In acqua regate tiratissime, organizzate come sempre al meglio, equipaggi in forma, barche sempre in "tiro" per ottenere il miglior risultato di sempre. Il testa a testa fra le due barche con gli occhi, quest'anno è stato entusiasmante: all'inizio stagione ALIEN, capitanato dal duo Jenko-Pandullo con tutto l'equipaggio frustato dall'ottimo Noè, faceva capire che, nonostante anni di elite, non avrebbe venduto la propria pelle a basso costo, inanellando subito le prime vittorie. Il sornione Cattivik invece ha dormito la prima parte della stagione per sparare i colpi migliori nel momento che ha ritenuto più opportuno. Scelta vincente, perchè si è portato a casa Campionato, Ufissimo e Astrauffa. Le altre barche non sono state a guardare, Don chisciotte, Fuzzy fun, Poison e altri non hanno dato mai l'impressione di lasciare le prime piazze ai due contendenti, e qualche volta, di rapina, sono riusciti a portare a casa premi prestigiosi.

Gli equipaggi aumentano, le barche dormienti diminuiscono e il divertimento è sempre maggiore per tutti. Un altro risultato che abbiamo ottenuto è il comodato degli stampi che, grazie alla collaborazione di Giampaolo Pisa che li ha ceduti alla classe,  ad un bravissimo Giovanni Durante e ad una colletta di tutti gli armatori, siamo riusciti a portare a casa. L'impegno ora è di iniziare la costruzione del "NUOVO UFO". Ci sono interessamenti di varie persone e appena avremo un prezzo, riusciremo a concretizzare anche questo progetto. Dovremo purtoppo abbandonare il secondo stampo, non abbiamo a disposizione lo spazio e le economie per affrontare una seconda spedizione.

Per le modifiche di stazza quindi è tutto rimandato: è meglio fare con calma i passi più importanti per la crescita della classe.

Il calendario del 2013 è in fase di progetto ma le basi sono quelle di sempre: per il trofeo astrauffa tutto immutato, bisogna dare la possibilità alle barche "foreste" di lottare anche per il circuito prebarcolana. il trofeo ufissimo è sulla base dello scorso anno con qualche piccola variazione che verrà comunicata di seguito. Il campionato italiano cercheremo come ormai è tradizione di farlo a ridosso della barcolana ospiti del STV, splendido circolo che ci mette sempre a disposizione il meglio riuscendo sempre ad accontentarci e a coccolarci come pochi sanno fare. Una voce mi è arrivata riguardo la possibilità di rifare l'esperienza con gli ufetti: vedremo se ci sarà la possibilità e le disponibilità della classe.

L'ultima, ma più importante dal punto di vista umano, è stata la splendida avventura che abbiamo vissuto con l'AISM, sto aspettando  i risultati che sono stati ottenuti così da comunicarli a tutti. Stiamo lavorando per poter ripetere l'esperienza anche il prossimo anno. Grazie Carlotta del tuo contributo umano, dai che quest'anno faremo di più e meglio dell'anno appena trascorso.

 

 

01/11/2012

A caccia di UFO

E' iniziata la caccia agli ufo 28, dopo una stagione scoppiettante altri armatori vanno alla ricerca di barche "dormienti"


Gli armatori del Bandito:

Weekend con meteo proibitivo, quindi abbiamo riunuciato alle regate previste e siamo andati a fare un giretto sul Lago di Garda per visionare di persona lo stato e l'armo di Spinello.
 
La nostra idea è di prendere un secondo Ufo per metterlo a disposizione di nuovi equipaggi e per farlo provare ai vari interessati in modo da creare interesse e soprattutto aumentare il numero di velisti disponibili e capaci di regatare a disposizione degli armatori degli Ufo locali.

E un benarrivato anche al nuovo armatore del "toro scatenato" GAJARDO che il buon Antonio Masoli ha passato di mano ad un nuovo armatore milanese/triestin, che dovrebbe regatare anche lui in Golfo, aspetteremo che si materializzi per salutarlo come sappiamo fare.

 

24/10/2012

Gli ufo a cena il 22 novembre

l'invito a Trieste coglie l'occasione per puntualizzare l'anno 2013 e per le premiazioni dei vari trofei.


Ciao raga, sono GdV. Alcune considerazioni sull' anno velico trascorso.   Il dato piu' importante direi e' stato che praticamente tutte le regate sono state effettuate in classe. Questo sicuramente ci ha dato visibilita', e varie societa' ci chiedono di venire a regatare, perche' siamo sicuramente un valore aggiunto....e semo bei da veder!  In tutte le regate siamo stati sempre in tanti,  minimo sette barche iscritte! !!!   Per cui un plauso a tutti gli armatori ed equipaggi.   Ci siamo battagliati, urlati dietro, ma sempre nei limiti di un sano agonismo. La regata notturna e' il nostro fiore all' occhiello!!! Guai a chi ce la rovina!!!! Tele 4 ha avuto uno schare altissimo. Vari commenti dicono che la gente la preferisca alla Barcolana stessa!!!!!!!! Ho scritto al CD della SVBG chiedendo una maggiore attenzione, ( breafing, piu'  giudici in mare..etc) . Cerchero' di cambiare sul bando le regole per l' ocs....penalizzazioni piu' pesanti!!!!. Vediamo se mi danno la possibilita' di organizzarla...... Vediamo!    E' assolutamente indispensabile trovarsi per decidere Ufissimo ed ev cambiamenti o per ascoltare altre idee.....Decido io una data se va bene a tutti....GIOVEDI 22 NOVEMBRE in SVBG o se e' chiuso in STV. Che ne dite?          baci abbracci !

GDV

Bravo Gianni, ottima idea, anticipiamo così la cena natalizia........... Io direi che è un'ottima occasione anche  per fare il punto, organizzare le regate 2013, e i trofei UFISSIMO 2013 e ASTRAUFFA 2013, e cogliere l'occasione per le premiazioni di quest'anno (e dell'anno scorso? ALIEN aspetta paziente). Una serata in compagnia sapendo che la cosa più interessante sarà la disputa tra branzino e orata da scegliere sui nostri piatti. La decisione della società la lascio a Voi muli triestini, che savè dove che se magna ben.

saluti e a presto

Marco Sabadin

 

14/10/2012

Barcolana: Cattivik con i grandi poi il vuoto

assenza totale di vento, solo venti barche arrivate e il nero di de Visintini fra di loro


Grande impresa dei neri del Cattivik, una barcolana con oltre 1700 barche, caratterizzata da assenza totale di vento ha visto solo 20 imbarcazioni all'arrivo, tre ore e 59 minuti per Esimit Europa, 100 piedi  primo classificato, sono solo un'idea della totale bonaccia che si è vista ieri in golfo. tra i venti arrivi c'è anche un ufo, il "coccolo" triestino, una delle barche più amate dai triestini proprio per queste imprese che hanno dell'incredibile.

I neri in partenza scelgono la zona centrale, poco sottovento da dove sceglie esimit europa, ma in pole position e, grazie ad un refolo soffiato proprio al coplo di cannone, riesce a smarcarsi con un'ottima partenza.

tra le centinaia di barche riesco a scogere re nero che dopo un ora era ben avanti e baraimbo che rimasto nella ragnatela della partenza, fatica un poco per venir fuori. Al traguardo, con distacchi terrificanti, arrivano oltre a 7 fra maxi e super maxi, altre tredici imbarcazioni fra le varie categorie e due di classe quinta: L'ottimo Cattivik lascia la prima piazza ad un portentoso Mumm30 arrivato poco prima.

Compliementi a Gianni e alla sua banda, sarà occasione per festeggiare anche la vittoria per il trofeo challenger astrauffa, classifica che comprende tutte le prove del Campionato Italiano, coppa bernetti, notturna barcolana e Barcolana.

13/10/2012

Notturna Barcolana Gajardo su tutti e al timone dei nostri ufi nomi della vela che conta

COMUNICATO STAMPA - JOTUN CUP: VINCE GAIARDO


Trieste, 13 ottobre 2012 - Ultimo colpo di bora, pioggia torrenziale e una Jotun cup da vero spettacolo, e da veri marinai. Un mezzo fortunale si è abbattuto sulla regata, ma i bravissimi velisti non si sono scomposti: puntuale è partita la più attesa tra le regate collegate alla Barcolana e subito con una sorpresa, quella di Gaiardo di Antonio Masoli, che al campionato italiano aveva chiuso al secondo posto e aveva promesso rivincita. Così è stato: con Michele Paoletti, Mitja Gialuz e Francesca Pitacco al fianco dell'armatore Antonio Masoli, la rivincita è arrivata subito all'attesissima Barcolana di Notte Jotun Cup. Paoletti ingrana la quarta, e dopo il primo metro è già in testa: fa la barba al molo Audace, sfrutta la nave come schermo, fa spettacolo e avanza. Cattivik di Gianni de Visentini, orfano di un atteso Onorato, ma ricco di un Bressani in gran forma insegue a 40 metri di distacco, senza perdere un colpo: rimane scafo a scafo, con uno svantaggio di una o due lunghezze. I due fanno il vuoto: insegue prima Alien, poi Fuzzy Fun incalza con un Vasco Vascotto salito a bordo all'ultimo secondo, e passa l'Ufo timonato da Noè, assestando così nella seconda parte della regata un ritmo ancora più intenso. La pioggia è incessante, il vento sostenuto, sposta scrosci d'acqua illuminati dalle fotoelettriche: è ancora bagarre nel Bacino San Giusto, i ragazzi in mare non mollano; con la pioggia la gente è assiepata nei gazebo, ma resta grande, grandissimo spettacolo e vela di alto livello. Passano 28 minuti, la regata è decisa al filo di lana: Gaiardo con Paoletti tiene duro e vince con dieci, forse venti centimetri di vantaggio rispetto a Cattivik, con un Bressani che prova il tutto per tutto all'ultimo metro, ma supererà l'avversario solo a traguardo passato. Terzo posto per Vasco Vascotto, su Fuzzy Fun, distaccato. "La più bella regata di sempre - commenta a caldo Gianni de Visentini, armatore del Cattivik - complimenti a Gaiardo, primo per dieci centimetri, ma bravissimo. Sono soddisfatto anche del mio equipaggio, abbiamo dato il massimo ed è stato davvero impegnativo. Abbiamo regatato con 15 nodi di Bora, e tanta, tanta pioggia".