News

29/10/2011

l'UFO torna a ruggire sul lago di garda, la flotta si rinvigorisce

aumentano le barche circolanti con una vendita ed una charterizzazione sul Garda


Calzedonia, la storica barca del lago di garda, che negli anni d'oro era sempre a sgomitare con i primi, dopo un letargo di alcuni anni si è risvegliata. L'armatore anzi gli armatori Franco Deganutti e Kicca Tuniz promettono battaglie a cominciare da subito. E se li conosco bene si organizzeranno con un equipaggio da paura e daranno filo da torcere a tutta la flotta. La seconda buona notizia viene sempre dal Garda: la barca ventiquattro, la rossa che per un po' di tempo ha dormito sogni tranquilli nel medio adriatico e acquistata da circa un anno da Simone Tosetti, tornerà a farsi vedere sulle acque del lago dando la sua disponibilità per eventuali cherterizzazioni e trasporti (erica hai sentito?). Un bel contributo per chi per il prossimo anno voleesse già organizzarsi per il Campionato di classe, e chissà se con queste buone notizie almeno il prossimo anno vedremo il blu VLF (terzo assoluto al gorla) che ultimamente per problemi vari ci ha tirato sempre bidone al Campionato. Un urrà di benvenuto a questi nuovi armatori, vedremo il loro valore incrociando gli alberi nelle nostre regate.

22/10/2011

trofeo astrauffa: ecco i risultati

Campionato, bernetti, notturna barcolana e barcolana, compongono la serie di regate, senza scarto, per vincere l'ambito trofeo challenger


Un finale di stagione scoppiettante, che si è dimostrato molto tecnico, vuoi per la forza dei partecipanti, e per la variabilità del vento nei vari eventi. L'indiscussa tecnica degli uomini dell'Alien, presentata come barca da battere all'inizio stagione dopo un 2010 strepitoso, ha confermato la bontà delle scelte fatte e la dedizione agli allenamenti e alle regate, bissano il campionato quest'anno dimostrandosi veri campioni. Non è stato rubato nulla a nessuno, e come nelle migliori gare il vento e gli arbitri hanno stabilito il vincitore in base ai valori in campo. Il vento ha messo la sua confermando Trieste sempre imprevedibile e vera oasi della vela e  la STV si conferma patria degli UFO. Gli sfidanti, sempre più agguerriti, sono riusciti solo a scalfire l'inossidabilità di Jenko-Pandullo e Noè, togliendogli dalle mani i trofei disputati in quest'inizio di autunno.

Gaiardo, si è imposto alla coppa Bernetti, facendo scelte tattiche ardite è sceso con il maestrale anticipando tutti all'arrivo,

Cattivik, il "coccolo" dei triestini ha fatto sua la notturna, dando ai suoi numerosi funs orgoglio e sfogo di gioia, il fuzzy fun invece dopo,aver battagliato contro altre mille barche ma soprattutto contro i neri coi oci e i "masolini" si impone, per quanto riguarda la classe ufo,  sulla regata più numerosa del mondo diventando il re della barcolana.

quattro trofei in palio, quattro vincitori diversi a confermare l'altissima qualità dei marinai, ma chi ha vinto il Trofeo ASTRAUFFA?

io ho fatto i conti e l'imprevedibile ma più costante ha vinto.

Se i miei conti sono esatti nella prossima news vi farò conosce i risultati.

A presto

Marco Sabadin

22/10/2011

ABBIAMO GLI STAMPI DELL' UFO 28

La ufo Boats ci mette gentilmente a disposizione e a titolo gratuito gli stampi dell'UFO 28

lo spirito di disponibilità e di gratuità della nostra classe influenza il mondo esterno


Giampaolo Pisa, proprietario della UFO BOATS è disposto a regalare  alla classe  (con qualche precisazione) gli stampi per la costruzione di nuovi UFO 28 od.

Un'occasione così non si può perdere, eravamo rimasti con la disponibilità di autocarro per il trasporto degli stampi da Brescia a Trieste, ci sono cantieri interessati alla produzione ma, nel frattempo è necessario andarli a prendere, prima che ci ripensino (GP PIsa ci sta leggendo in copia) e metterli al coperto per conservarli. Io ho diverse idee da proporre, chi ha altre idee o disponibilità si faccia sotto subito.

contattatemi per telefono o per la mail della classe info@classeufo.it,

10/10/2011

Notturna barcola da sogno, e una barcolana da incorniciare, UFO sempre protagonisti.

con bora da 10/12 nodi alla notturna ha la meglio la barca nera su un ottimo fuzzy fun

che si rivale sul nemico/amico il giorno dopo in barcolana


Venerdì, bora nera, 30 kn crescenti, regate annullate "a" su "n" e tutti a casa, impossibile cercare di divertirsi a due metri dai moli (i xe durrri i moli) senza rompere qualcosa o peggio farsi del male. La notturna barcolana jotun cup ci sarà solo il sabato. ore 19,00 si parte,  e tre barche schizzano via come una fucilata, una di loro però è fuori Alien dovrà fare  una penalità, sara fuori dal gioco medaglie, arriverà quinto. Intanto fra i due fuggitivi ed il resto del gruppo si crea uno spazio che diventerà sempre più ampio. E li davanti c'è il nero, che lotta con le unghie e con i denti contro un fuzzy fun che di "fun" in quel momento non ne ha nulla, vuole ad ogni costo mangiarsi i neri del cattivik e arrivare primo. Ma i ragazzi di Gianni de Visinitini non sono li a smacchiare i giaguari, e la schermaglia continua per una buona mezz'ora fino al momento in cui si crea uno spazio fra le due barche di una poi due lunghezze e la regata finisce. Ovazione di pubblico festante sulle rive stracolme di gente, e  un De visintini che, assieme al suo bravo equipaggio saluta e festeggia. Non ho visto bene, ma mi sembrava che ci fosse spazio tra la coperta e i piedi del buon gianni, tanta era la contentezza che  il suo corpo era lievitato di una decina di cm. terzo arriva Don chisciotte.

Neppure il tempo di festeggiare che è già domenica, la giornata della barcolana inizia con un borino leggero che subito dopo la partenza rinforza fino a diventare forte 20/25 kn. i nostri ufo in partenza non fanno grandi cose, ma con l'aumento del vento crescono le aspettative e avanzano le posizioni. la bora per loro continuerà fino alla fine della regata, con gli ultimi sbuffi di vento sottocosta, prima dell'arrivo del Maestro che condizionerà il resto della regata. Fotofinish finale fra i duellanti della sera prima, solo che questa volta l'ottimo Micalli con il fuzzy fun avrà la meglio su Bonifacio che cavalcava il cattivik.

La classifica vede una marea di ufo nelle prime posizioni (bisognerà verificare il primo di classe che sembra sia un Farr 30, troppo lungo per la 5 categoria). In ogni caso 1° degli ufo e secondo di classe Fuzzy fun, secondo Cattivik, poi Gaiardo, don chisciotte, baraimbo, poison, Gufo, scheggia, re nero, Lero (ufo croato di Dubrovnic) poi gli altri. Alien, dominatore assoluto del golfo da un paio d'anni, purtroppo rompendo il timone ha dovuto ririrarsi. Grande festa poi di quasi tutti gli equipaggi al circolo di barcola con il prosecco che sgorgava a fiumi e grandi abbracci.

 

05/10/2011

il cuore ufo non si smentisce mai

il timoniere di Don chisciotte, barca che nell'ultimo campionato ha avuto la disavventura di disalberare due volte, ha ancora voce per ringraziare chi li ha aiutati


"Anche se per noi non è certo stato un campionato positivo, vorrei comunque ringraziare l’equipaggio del Cattivik ed in particolare Gianni per averci dato la possibilità di cercare di continuare il campionato imprestandoci il loro albero di riserva! Dispiace molto non aver potuto battagliare assieme in una flotta molto competitiva ed in condizioni meteo stupende. Anche se “abbattuti” ci vediamo davanti alle rive agguerriti più che mai!"
 

05/10/2011

piccola modifica alle idr e percorso

COMUNICATO – NOTICE

Nr.  1

Data/ ora di esposizione:   5 ottobre 2011 – 14:00

Posting date and time:

 

 

MODIFICA ALLE IdR E PERCORSO

Aggiungere i seguenti punti alle Istruzioni di Regata:

ñ      03.07 Una o più penalità di due giri saranno assegnate dagli arbitri all'imbarcazione che  non avrà ottemperato a quanto previsto dalla regola 30.1 (ciò modifica RRS 30.1 e A5)

ñ      03.08 L'esposizione della bandiera del C.I.S. “W” sulla barca del Comitato prima o assieme al segnale di avviso indicherà il divieto dell'uso dello spinnaker/gennaker.

 

Percorso: la foto del percorso la potete vedere sulla galleria foto